Google+ Badge

sabato 29 giugno 2013

VOLLEY, Premio" Fischiano le orecchie 2013" (Wild Cev Champions)



André Meyer*, presidente lussemburghese della Cev (nonostante ciò che dimostra, l'acronimo sta per Confederazione Europea del Volleyball e non per tutte le altre parole che meglio si adatterebbero) anche nel 2013 si candida per far parte della cinquina del "Premio Fischiano le orecchie 2013" (avete presente quando qualcuno inveisce e dice parolacce all'indirizzo di qualcuno? E questa persona, di conseguenza, per questo essere evocato con pensieri non proprio gentili, inizia a sentire strani ma giustificati ronzii auricolari?). La sua Cev, si diceva, è riuscita a regalare un'altra perla di stoltezza (lo so di solito una perla è di saggezza ma in questo caso l'abbinamento è impossibile: file not found). 

Confraternita dalle inesauribili risorse, la Cev è composta e alimentata dai dinosauri del volley che forse si rifanno alle leggi della natura sui colori** (un oggetto verde assorbe tutte le onde luminose tranne il verde, e noi verde lo vediamo). Senza essere Isaac Newton, possiamo di riflesso dedurre che la Cev ha nozioni di tutto tranne che dello sport e della pallavolo.

In breve e senza ricordare le motivazioni che hanno consentito alla Cev ed al suo presidente Meyer*** di proporre la dua candidatura per il "Premio fischiano le orecchie 2013", citiamo il criterio, o meglio il non criterio con cui sono stati effettuati i sorteggi della prossima Champions League di volley. Le squadre che hanno avuto le wild card per meriti sportivi sono state assegnate ai gironi come se fossero apolidi. Così è capitato che squadre dello stesso Paese siano state messe nel medesimo girone eliminatorio. Due russe nella Champions uomini (Kazan e Novosibirsk), due italiane nella Champions donne (Conegliano e Busto Arsizio). Ulteriore elemento di merito ai fini del "Premio fischiano le orecchie 2013": sono state messe insieme la squadra campione d'Europa del Novosibirsk e lo Zenit Kazan semifinalista 2013. Insieme a loro, con quale gaudio è facile supporre, la Lube Macerata. Ai selezionatori del "Premio Fischiano le orecchie 2013" la Cev ha detto giustificandosi che le wild card già devono ringraziare il Dinosauro capo per essere state ammesse, per cui non si lamentassero. Loro no, ma le altre che se le sono ritrovate tra i piedi che male hanno fatto?
Sarebbe pleonastico precisarlo, ma questo non accoppiamento scriteriato non trova esempi in nessun altro sport. Il volley, grazie alla Cev, è l'unica che può vantarsi di questa scelta. Per la serie zero ne pensa e mille ne fa.

Aggiungiamo che anche quest'anno se in final four ci saranno squadre dello stesso Paese, dovranno per forza eliminarsi a vicenda in semifinale. Poi dice che le coppe del volley sono una cosa seria...


Note nel testo


* Non so rispondere alla domanda: Meyer è stato eletto presidente della Cev per il merito di essere l'unico lussemburghese ad aver giocato a pallavolo (a scuola o con gli amici), oppure l'unico lussemburghese a sapere che esiste uno sport chiamato volleyball?

** Legge sui colori: l’oggetto che riflette tutte le onde luminose appare bianco (bianco = somma di tutti i colori); l’oggetto che assorbe tutte le onde, senza restituirle ai nostri occhi, viene visto dai nostri occhi nero (nero = assenza di colori); l’oggetto che assorbe tutte le onde tranne uno, ha il colore corrispondente a quell’unica onda ( ad esempio: un oggetto che non assorbe il verde, viene visto dai nostri occhi verde).
Per questa ragione alcuni artisti definiscono il bianco e il nero “non colori” perché il bianco è dato dalla somma di tutti i colori, il nero dall’assenza di colori.

                                               Le bellezze del volley



CHAMPIONS LEAGUE UOMINI
Pool A: Copra Elior PIACENZA (ITA), TOURS VB (FRA), ACH Volley LJUBLJANA (SLO), Marek Union-Ivkoni DUPNITSA (BUL)
Pool B: Belogorie BELGOROD (RUS), Noliko MAASEIK (BEL), Olympiacos PIRAEUS (GRE), VK OSTRAVA (CZE)
Pool C: Asseco Resovia RZESZOW (POL), PARIS Volley (FRA), Budvanska Rivijera BUDVA (MNE), Jihostroj CESKE BUDEJOVICE (CZE)
Pool D: Diatec TRENTINO (ITA), Arkas SMIRNE (TUR), BERLIN Recycling Volleys (GER), Energy Investments LUGANO (SUI)
Pool E: Lube Banca Marche MACERATA (ITA), Zenit KAZAN (RUS), Posojilnica AICH/DOB (AUT), Lokomotiv NOVOSIBIRSK (RUS)
Pool F: JASTRZEBSKI Wegiel (POL), Halkbank ANKARA (TUR), Tomis CONSTANTA (ROU), Hypo Tirol INNSBRUCK (AUT)
Pool G: Zaksa KEDZIERZYN-KOZLE (POL), Knack ROESELARE (BEL), VfB FRIEDRICHSHAFEN (GER), Galatasaray ISTANBUL (TUR)  
CHAMPIONS LEAGUE DONNE
Pool A: Omichka OMSK REGION (RUS), BEZIERS Volley (FRA), Rabita BAKU (AZE), DRESDNER SC (GER)
Pool B: Dinamo MOSCOW (RUS), RebecchiNMeccanica PIACENZA (ITA), Crvena Zvezda BEOGRAD (SRB), Igtisadchi BAKU (AZE)
Pool C: Vakifbank ISTANBUL (TUR), Atom Trefl SOPOT (POL), Dinamo Romprest BUCURESTI (ROU), GENT Dames (BEL)
Pool D: Eczacibasi VitrA ISTANBUL (TUR), RC CANNES (FRA), SCHWERINER SC (GER), Agel PROSTEJOV (CZE)
Pool E: Galatasaray Daikin ISTANBUL (TUR), Imoco CONEGLIANO (ITA), Azeryol BAKU (AZE), Unendo Yamamay BUSTO ARSIZIO (ITA)
Pool F: Dinamo KAZAN (RUS), Tauron MKS DABROWA GORNICZA (POL), Stiinta BACAU (ROU), Volero ZÜRICH (SUI)      


Le foto sono del sito della Cev: in alto il presidente Meyer, sopra la foto ricordo del Gala