Google+ Badge

venerdì 24 gennaio 2014

MUSICA Victoria non canta più, Spice Girls addio

Il palcoscenico dell'Olimpiade, a Londra 2012 è stato l'ultimo atto delle Spice Girls. Le teen agers di oggi non le conoscono probabilmente, forse non ne hanno nemmeno sentito parlare, ma negli anni '90 queste cinue belle e scatenare ragazze inglesi diventarono famose come solo i Beatles erano riusciti ad essere. All'improvviso, irresistibilmente. Una pop music leggera ma di qualità superiore rispetto a molta altra musichetta video che circolava all'epoca. Una grandissima cura per l'immagine, un notevole lavoro di marketing, quattro album e un film, tournèe di grande successo in tutto il mondo, anche se quando si andava ai concerti c'era il sospetto (o la certezza per molti), che nemmeno cantassero dal vivo. Una pessima abitudine che anche i Backstreet Boys, altra boy band inglese che riempiva gli stadi facendosi vedere fare le mossette e le finte da migliaia di ragazzine adoranti ed urlanti. Una sensualità appena accennata o poco più, perchè le ragazze speziate dovevano poter piacere anche ai bambini, come in effetti avvenne. Devo però riconoscere che i loro concerti erano alla fine divertenti, anche e soprattutto per il contorno: vedere le mamme, le ragazzine emozionate. Come faccio a saperlo? Beh, se un papà in quegli anni aveva una figlia piccola, portarla a pochi metri dalle Spice Girls era un atto quasi dovuto, dopo tante ore di ascolto coatto, a casa e in macchina, delle loro canzoni, che aiutarono a tagliare il cordone ombelicale con le varie compilation di Fivelandia e Cristina D'Avena. Alla fine però, dopo tanta trepidante attesa, mia figlia rimase delusa perché "non cantarono troppo bene e il concerto sembrava più una sfilata di moda". Era piccola, aveva allora 10 anni, ma era già abituata a pensare con la propria testa e dotata di pallottole critiche al veleno...




  Victoria annuncia l'addio a Vanity Fair
«Non lo farò mai più. Cantare all’Olimpiade è stato un incredibile onore. Sono stata fiera di averlo fatto. Quello è stato il momento perfetto per dire: fantastico, grazie a tutti, ma basta così. A volte devi capire quando arriva l’ora di abbandonare la festa».
Così, in un’intervista esclusiva a Vanity Fair, Victoria Beckham infrange le speranze di chi, a vent’anni dalla formazione delle Spice Girls nel 1994, sperava ancora di vedere riunito il quintetto pop.
Nell’intervista di copertina, illustrata dagli scatti inediti di Sebastian Kim e pubblicata nel numero in edicola da mercoledì 22 gennaio, Victoria spiega che la sua vera passione oggi è la moda, e che comunque vede un importante nesso tra la sua professione passata e quella attuale di stilista: «Le Spice Girls hanno avuto successo perché celebravano le donne, che in fondo è quello che faccio ancora oggi».
A Vanity Fair poi l’ex popstar racconta l’emozione di aver visto suo marito David giocare l’ultima partita della sua ventennale carriera di calciatore, lo scorso maggio a Parigi:
«Ho provato grandissima emozione e grande orgoglio. David non potrebbe essersi dato di più allo sport. Per anni lo abbiamo condiviso – in un certo senso lo condividiamo ancora – con tanti suoi fan. È bello, adesso, averlo a casa».
  

 Le cinque Spice Girls
 Victoria Adams (Posh Spice), Geri Halliwell (Ginger Spice), Emma Bunton (Baby Spice), Melanie Brown (Scary Spice) e Melanie Chisholm
  (Baby Spice)


 Discografia
Hanno inciso quattro album
1996 Spice
1997 Spiceworld 
2000 Forever 
2007 Greatest hits