Google+ Badge

lunedì 25 gennaio 2016

CALCIO 21 giornata Juventus sempre a 2 punti dal Napoli ma con +4 su Viola e Inter

Undicesima vittoria consecutiva, un sofferto, poco brillante ma preziosissimo 1-0, firmato dal solito Dybala sul calar del tramonto di una sfida sentitissima come e più di sempre, ricordando la straripante Roma d'agosto (2-1, anche allora di Dybala il gol bianconero). Una brutta partita, con poche occasioni limpide e pochi tiri, ma con il Napoli issato da Higuain a quota 47, cinque punti sopra la seconda, non vincere sarebbe stato un incentivo ai sogni scudetto partenopei. E la Juve ha dimostrato di esserci con la testa, anche quando l'avversario si chiude a riccio, rinuncia quasi a rendersi pericoloso, disposto in modo più che accorto da Spalletti, consapevole degli effetti di una brutta sconfitta dopo il pareggio col Verona.

https://www.youtube.com/watch?v=nN6uMeKcy1w 

Come accadde contro il Milan, Dybala ha risolto la sfida con un gol tanto bello quanto importante. Un'azione firmata dai gioielli bianconeri Pogba-Dybala, col francese abile a leggere l'ultima fase di un contropiede rivelatosi micidiale, prima per la palla respinta da De Rossi su un bianconero, poi per l'indecisione di Manolas, non lesto a chiudere sull'argentino. Peccato per la vicenda De Rossi-Mandzukic. La partita è stata corretta, solo scintille tra il romanista e il croato e quell'insulto fuori luogo e di troppo masticato a bocca larga e denti stretti da De Rossi. Eppure non mi sento di cavalcare e alimentare l'ondata di sdegno politicamente corretto. Chi dimentica come le parole in campo volino spesso senza passare per il cervello, tenga a mente che in campo, da quando si è ragazzi a quando si gioca da over..., qualche parola di troppo scappa. Forse il primo a ricordarcelo è proprio Mandzukic, per il quale il botta e risposta non ha avuto seguito, se non nelle scaramucce abituali dei contatti fisici tra attaccanti e difensori. Per il calcio vero è finita lì. Poi purtroppo, c'è la partita virtuale sulle poltroncine degli studi televisivi, ed è tutta un'altra cosa.

 

La posizione

Dopo 21 giornate la Juventus è al secondo posto, a 2 punti dalla capolista Napoli, con 45 punti frutto di 14 vittorie, 3 pareggi, 4 sconfitte,  38 gol segnati, 15 subiti

La Juventus è al 2° posto
Sulla zona retrocessione  + 24 punti
Dalla zona Europa League presunta  +1

Dal preliminare di Europa League +10
Dal preliminare di Champions  +4 punti
Dalla zona Champions League  0 punti
Dal primo posto -2 punti  


N.B: - In Champions League: 1ª e 2ª
Al preliminare di Champions League:  3ª
In Europa League: 4ª e vincente Coppa Italia
Preliminari di Europa league: 5ª
Se la vincente della Coppa Italia è giù qualificata, si qualifica al suo posto la 6ª